Ciro Visone: “Rafforzare il commercio tra i due paesi con una conferenza ad Antananarivo”

Continuare e rafforzare la dinamica dei legami economici tra il Madagascar e l’Italia, questo è l’obiettivo di Ciro Visone, Presidente della Camera di commercio Italia Madagascar (CCIM).
Durante un’intervista privata a Ivandry, questo operatore economico italiano ha sottolineato che l’organizzazione di una conferenza economica con la presenza di operatori e investitori italiani e malgasci ad Antananarivo confermerà questa iniziativa. “Il risultato logico della Conferenza di Roma del 2017 sarà l’organizzazione di una conferenza ad Antananarivo. Questa sarà un’opportunità per sostenere lo sviluppo economico del Madagascar “, ha affermato. Questa posizione del presidente del CCIM che sostiene le iniziative del presidente della Repubblica per aumentare la crescita della Big Island, secondo lui.
Le opportunità che i due paesi saranno in grado di incontrare non sono da meno, ha affermato Ciro Visone. Tra le altre cose, ha affermato che il Madagascar ha un enorme potenziale in termini di risorse agricole, marine e minerarie. Vaniglia, anacardi, polpi, pietre industriali, tanti prodotti del Madagascar che interessano gli italiani. E d’altra parte, gli italiani hanno anche al loro attivo esperienze, tecnologie o prodotti che potrebbero interessare il Madagascar. “Gli operatori di entrambi i paesi devono essere in grado di connettersi in modo che questo slancio possa continuare”, ha affermato.
Alla domanda sulla visita di Papa Francesco in Madagascar, questo operatore italiano ha affermato che il malgascio deve prepararsi per l’abbondanza di importanti opportunità economiche. “Il Madagascar è stato al centro del mondo e il mondo vuole saperne di più sul paese e persino investire di più nella Grande Isola”, ha detto. In ogni caso, questa visita del Sovrano Pontefice è stata un successo per Ciro Visone, che ha accolto in questa occasione l’impegno di Mons. Paolo Rocco Gualtieri Nunzio Apostolico in Madagascar.
“I malgasci, nella consolidata convivenza di diverse religioni e gruppi etnici, possono trarre dal forte messaggio di papa Francesco l’incoraggiamento di un meritato rinascimento, anche nella prospettiva di un ruolo più decisivo della Repubblica malgascia nella comunità africana. e internazionale “, ha detto. Inoltre, ha affermato che la visita apostolica di Papa Francesco in Madagascar ha lo scopo di contrassegnare la popolazione e le istituzioni oltre il senso spirituale.
“Il paese ha un enorme potenziale di crescita e sviluppo dato il ricco patrimonio di splendidi paesaggi, biodiversità e risorse naturali”, ha detto. “L’enciclica Laudato Sii” servirà da guida per una nuova “missione” nazionale di promozione umana associata al miglioramento della creazione, ha concluso il presidente del CCIM.

Marc A.

Ciro Visone: “Rafforzare il commercio tra i due paesi con una conferenza ad Antananarivo”